Area Riservata Caf Acli
Iscriviti e accedi ai servizi personalizzati che ti aiuteranno a gestire al meglio la tua posizione fiscale e previdenziale.
E-Mail:
Password:
Iscriviti
Oppure registrati se non sei ancora un utente myCAF
News
06/07/2018

Spese mediche: detrazione estesa al rinnovo patente

Guida e fisco. Il binomio non è poi così campato in aria se pensiamo che anche le spese per il rinnovo-patente sono ammesse dall’amministrazione finanziaria nel novero delle detraibili come normali spese mediche. Se quindi si stanno radunando ancora i documenti da presentare per il Modello 730, si consideri che anche queste spese vanno considerate.

Tutto parte dal Codice della Strada che all’articolo 126 dispone che, alla scadenza, la patente di guida debba essere rinnovata, previo accertamento dei requisiti fisici e psichici del titolare del documento. Il rinnovo, quindi, consiste in una visita medica per l’accertamento dei requisiti di idoneità alla guida.

Cosa avviene in pratica? Nulla che un normale guidatore, per quanto esperto, non abbia mai fatto: sottoporsi presso una commissione medica locale, o presso un medico autorizzato, alla visita per la verifica dei requisiti di guida. L’esito positivo comporterà dunque il costo del rinnovo e la ricezione tramite posta del relativo tagliando.

E qui entra in gioco il Modello 730. Come abbiamo detto, le spese mediche sostenute per il rinnovo della patente di guida, esattamente come quelle sostenute per ottenere qualunque certificato di idoneità (si pensi ad esempio al banalissimo certificato medico di sana e robusta costituzione per poter praticare attività sportiva), rientrano comunemente tra le spese mediche generiche detraibili in dichiarazione.

A tal riguardo il MEF nella circolare 108/1996 specificava che “le spese mediche danno diritto alla detrazione d'imposta a prescindere dal luogo o dal fine per il quale vengono effettuate”. Cioè a dire che non fa differenza il motivo per il quale la prestazione medica viene richiesta né dove viene di fatto eseguita (se in ambulatorio, o presso una struttura pubblica o privata).

Da chiarire però che nel caso specifico della patente il beneficio fiscale è circoscritto alle sole spese sostenute per la visita, non essendo invece detraibile il “corollario” degli altri contributi sul rinnovo in sé. Va inoltre detto che sulle spese mediche in generale sussiste la soglia “in entrata” della franchigia pari a 129 euro, vale a dire che la detraibilità, pari al 19%, si applica sulla sola quota di spesa che eccede i 129 euro. Detto altrimenti: ipotizzando spese mediche complessivamente per 200 euro, la detrazione del 19% verrà calcolata su 71 euro, ovvero la quota di spesa oltre i 129 euro della franchigia e fino al totale effettivo dei 200 spesi.

Spostiamoci infine sul lato documenti. In caso di visita medica per rinnovo-patente il contribuente deve presentare al CAF incaricato la fattura o la ricevuta fiscale delle spese mediche sostenute. In particolare è necessario che sulla fattura sia indicato in modo chiaro che la prestazione eseguita è di carattere sanitario.

Luca Napolitano

Ti ricordiamo che puoi usufruire della nostra consulenza fiscale contattando la sede CAF ACLI più vicina, prenotando un appuntamento online, oppure registrandoti al sito Il730.Online.

Torna alla ricerca

Scadenze fiscali

2017 2018 2019
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Convocazioni
Lo sapevi che...