Area Riservata Caf Acli
Iscriviti e accedi ai servizi personalizzati che ti aiuteranno a gestire al meglio la tua posizione fiscale e previdenziale.
E-Mail:
Password:
Iscriviti
Oppure registrati se non sei ancora un utente myCAF
News
27/04/2018

Eredi: entro il 30 aprile le dichiarazioni per il de cuius

È ormai dietro l’angolo la scadenza per gli eredi delle persone decedute tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2017 le cui dichiarazioni dei redditi devono essere inviate telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro il 30 aprile. Si tratta in buona sostanza della consegna dei Modelli Redditi 2017 (anno d’imposta 2016) che spetta appunto agli eredi inviare, in via autonoma oppure affidandosi a un intermediario fiscale di fiducia (chiaramente gli uffici CAF ACLI sono disponibili a farsi carico dell’adempimento).

A questo proposito va ricordato che tramite la presentazione del Modello Redditi a nome del defunto è possibile portare in diminuzione dell’imposta l’eventuale credito che gli/le sarebbe spettato ma che ovviamente, a causa del decesso, non sarà stato possibile attribuire. Questo perché se il de cuius, avendo fatto la dichiarazione nel 2017 (relativa al 2016), fosse risultato creditore anziché debitore, ma poi – causa decesso – non avesse fatto in tempo a godere appieno del credito, lo stesso credito sarà riportato automaticamente sulla dichiarazione 2018, redditi 2017, presentata appunto dall’erede.

In linea generale, essendo stabilito che tutti i termini pendenti alla data della morte del contribuente, o scadenti entro quattro mesi dall’evento, sono prorogati di sei mesi in favore degli eredi, per presentare la dichiarazione dei redditi delle persone decedute tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2017, la cui scadenza naturale è stata posticipata l’anno scorso dal 30 settembre al 31 ottobre, il termine ultimo cui fare riferimento è il 30 aprile 2018. Sul frontespizio del modello devono dunque essere indicati il codice fiscale e gli altri dati personali del contribuente defunto e barrata la casella 6 (deceduto).

Per l’erede, invece, occorre riportare le generalità compilando l’apposito riquadro del frontespizio “Riservato a chi presenta la dichiarazione per altri”, secondo le indicazioni fornite nelle istruzioni, e sottoscrivere la dichiarazione. Si deve inoltre specificare nella casella “Codice carica” il numero “7”, per indicare appunto che la persona che presenta materialmente la dichiarazione lo fa in qualità di erede nonché la data del decesso del congiunto.

La stessa regola, infine, che prevede lo slittamento di sei mesi per gli adempimenti in scadenza entro quattro mesi dal decesso, trova applicazione anche per i versamenti. Quindi, come specifica l’Agenzia delle Entrate:

  • per le persone decedute nel 2016 o entro il 28 febbraio 2017, i versamenti dovevano essere effettuati dagli eredi nei termini ordinari;
  • mentre per le persone decedute successivamente al 28 febbraio 2017, i termini per pagare le imposte risultanti dalla dichiarazione Redditi 2017 – prorogati di sei mesi – sono scaduti il 30 dicembre scorso.


Ti ricordiamo che puoi usufruire della nostra consulenza fiscale contattando la sede CAF ACLI più vicina, prenotando un appuntamento online, oppure registrandoti al sito Il730.Online.


Torna alla ricerca

Scadenze fiscali

2017 2018 2019
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Convocazioni
Lo sapevi che...