Area Riservata Caf Acli
Iscriviti e accedi ai servizi personalizzati che ti aiuteranno a gestire al meglio la tua posizione fiscale e previdenziale.
E-Mail:
Password:
Iscriviti
Oppure registrati se non sei ancora un utente myCAF
News
04/04/2014

Enea: il bonus 65% "premia" anche la nuova sagoma

Scatta il semaforo verde sull’eco-bonus al 65% per i lavori di riqualifica energetica anche nel caso di demolizioni e ricostruzioni finalizzate all’efficientamento degli edifici che includano una modifica della loro sagoma, ma che non amplino la volumetria preesistente. È quanto chiarito da una risposta dell’Enea (Faq n. 68-bis) a una domanda nella quale si chiedeva appunto se, in caso di demolizione e ricostruzione finalizzate al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’immobile, fosse da rispettare il vincolo della sagoma preesistente o fosse invece sufficiente mantenere la volumetria originaria.

La Legge 98/2013 – spiega l’Enea – che ha convertito il cosiddetto Decreto “del Fare” (Dl 69/2013), è entrata in vigore a partire dal 21 agosto scorso, rivisitando “la definizione di ‘ristrutturazione edilizia’ contenuta nel Dpr 380/2001, vale a dire il Testo Unico dell’Edilizia, eliminando all’articolo 3, comma 1, lett. d), il riferimento alla ‘sagoma’. Dal 21 agosto 2013, quindi – prosegue l’Enea –, sono compresi tra gli interventi di ristrutturazione edilizia anche quelli che consistono nella demolizione e ricostruzione di un immobile con la stessa volumetria di quello precedente, senza che sia necessario rispettarne la sagoma. Sono compresi nella ristrutturazione anche gli interventi ‘volti al ripristino degli edifici, o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, attraverso la loro ricostruzione, purché sia possibile accertarne la preesistente consistenza’. Ciò premesso, dal 21 agosto 2013, qualora l’intervento abbia le caratteristiche per configurarsi come ‘ristrutturazione edilizia’, alla luce delle recenti disposizioni, riteniamo agevolabili ai sensi di queste detrazioni (50 e 65%, ndr) gli interventi che consistono nella demolizione di un immobile e nella sua ricostruzione mantenendone la volumetria originaria”.

Su tale questione si era soffermato tempo fa anche un servizio di myCAF (clicca qui), ponendo il dubbio sul fatto che la modifica normativa del concetto di ristrutturazione edilizia si riversasse necessariamente anche sull’applicazione della detrazione, visto che ancora oggi la guida fiscale delle Entrate (versione aggiornata a febbraio 2014) continua a riportare alla voce “ristrutturazione edilizia” la dicitura “demolizione e fedele ricostruzione dell’immobile”, dove per “fedele” deve intendersi: stessa sagoma e stessa volumetria. Ad ogni modo i nuovi chiarimenti dell’Enea sembrano sgombrare il campo dai dubbi, o quantomeno rafforzare l’idea di una detrazione che procede in linea con gli ultimi aggiornamenti normativi. La Faq dell’Enea attesta quindi che a partire dal 21 agosto 2013 possono godere della detrazione del 65% anche gli interventi finalizzati all'efficienza energetica di un immobile che consistono nella sua demolizione e ricostruzione con una nuova sagoma, purché sia mantenuta la volumetria preesistente.

In questo caso, tra l'altro, per avviare i lavori è sufficiente presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). Oltretutto, spiega l’Enea, tra gli interventi detraibili al 65% rientrano anche quelli per il ripristino di interi edifici, o di parte di essi, crollati o demoliti, a patto che sia possibile accertarne la preesistente consistenza, visto che in questo caso si deve tener conto della Circolare 39/E dell’Agenzia delle Entrate (datata 2010), secondo la quale nel caso in cui i lavori comportino un ampliamento, la detrazione fiscale è concessa solo sulle spese effettuate per la parte esistente, essendo considerato l’ampliamento come una “nuova costruzione”.


Torna alla ricerca

Scadenze fiscali

2017 2018
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Convocazioni
Lo sapevi che...
 
Social Network
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ti piace? Dillo
con Facebook
Diffondi su
Twitter
Fai +1 con
Google Plus
Condividi su
LinkedIn
loading
loading
loading
loading
loading
loading